venerdì 6 agosto – Figure femminili dantesche, da Pia de’ Tolomei e Beatrice alla Vergine Maria

Via Sancti Romualdi 2021

CASOLA VALSENIO Abbazia San Giovanni Battista in Valsenio, ore 20.30

Arie liriche e da camera, con commenti danteschi
cura di Filippo Tadolini regista
voci: Margherita Pieri, Camilla Pacchierini, Ufuk Aslan, Andrea Jin Chen
pianoforte: Pia Zanca
introducono:
Giorgio Sagrini sindaco di Casola Valsenio
don Sante Orsani priore di Valsenio
In collaborazione con il Comune di Casola Valsenio, l’Abbazia, la Pro Loco e l’Associazione “Carri APS” di Casola Valsenio

lunedì 12 luglio – I dipinti che hanno sconvolto il mondo dopo l’età di Dante e di Giotto

Via Sancti Romualdi 2021

RAVENNA Rocca Brancaleone, ore 21.30

In memoria di M. Salvagiani (1930-2019)

Flavio Caroli storico dell’arte moderna e contemporanea
introduce Giorgio Gualdrini

Come in letteratura c’è un “prima” e un “dopo” Dante, così in pittura c’è un “prima” e un “dopo” Giotto. Nel canto XI del Purgatorio il poeta scrisse questa celebre terzina “Credette Cimabue nella pittura tener lo campo, e ora ha Giotto il grido, sì che la fama di colui è scura”. Che la sua eredità fosse destinata a superare quella di qualunque altro pittore lo testimoniò, un secolo dopo, anche Cennino Cennini. Nel suo famoso Libro dell’arte questo pittore e trattatista volle infatti sottolineare che “Giotto rimutò l’arte del dipingere di greco in latino e ridusse al moderno”. Il termine “moderno” deriva dall’avverbio latino “modo”, che significa “poco fa”; ma la modernità di Dante e di Giotto non si consumò in fretta. Durò tanto a lungo da autorizzarci a dire che la loro arte è ancora a noi “contemporanea”.

4 ottobre 2020 – Sulle orme di San Romualdo – Via Sancti Romualdi

Da Russi (Palazzo S. Giacomo) a Faenza (Chiesa della Commenda)
camminando sull’argine del fiume Lamone

Cammino di San Romualdo - Via Sancti Romualdi

Ore 7.30 Lodi davanti alla chiesa del Palazzo S. Giacomo Russi
Ore 8.00 Partenza del cammino (km 20 circa) (c’è un bus per il ritorno )
Ore 11.00 Chiesetta di Santa Maria in Saldino (ad un chilometro a sud del Lamone)
Ore 13.00 Faenza: Rione Verde – pranzo
Ore 15.00 Faenza: Borgo Durbecco – visita alla Chiesa della Commenda (sec. XII-XV)

Prenotazioni esclusivamente nel sito di Trail Romagna www.trailromagna.eu
Info: 349 4649507 – danmorelli56@gmail.com

In collaborazione con Trail Romagna

Con il contributo del Comune di Bagnacavallo

Con il contributo del Comune di Russi

2 ottobre 2020 – Letture nel Chiostro – Via Sancti Romualdi

ore 17 – Chiostro Convento S. Francesco – Bagnacavallo

Ivano Marescotti
Gian Luigi Melandri, Daniele Morelli

Parole e silenzi…
per risvegliare le coscienze…

Testi di Gramsci, Isaia, Gobetti


a seguire Brindisi al Cammino di S. Romualdo da Bagnacavallo e Faenza

Il Cammino di S. Romualdo parte dal Pereo (S. Alberto) suo primo eremo nella valle e risalendo il Lamone lambisce Bagnacavallo, intercetta presso la chiesetta di Saldino, dopo Granarolo, l’altro ramo dello stesso cammino che parte dalla Basilica di Classe e attraversata poi Faenza sale verso Modigliana, Tredozio, S. Benedetto in Alpe per raggiungere Camaldoli in un ideale percorso sulle tracce della spiritualità benedettina- camaldolese fatta di silenzio, studio, impegno nel mondo per e con gli altri e di amore e cura per la natura.
A Bagnacavallo dal 1336 al 1798 vi fu per quasi 500 anni una presenza camaldolese nel Monastero di San Giovanni (attiguo alla Torraccia). I monaci possedevano terreni ad Abbadesse.

In collaborazione con:
Circolo Arci Casablanca
A.N.P.I. Bagnacavallo

Con il contributo di:
Comune di Bagnacavallo e Pro Loco Bagnacavallo

Info e prenotazioni:
danmorelli56@gmail.com
+39 349 4649507

VSR 9 novembre 2019

Bagnacavallo – Sala Conferenze del Museo Civico delle Cappuccine ore 16

Alessandro Martoni e Federica Fabbri

Imago sanitatis
La cura del corpo e dello spirito nella pittura e nei libri tra Medioevo e Rinascimento

VSR 12 ottobre 2019

Bagnacavallo – Sala Conferenze del Museo Civico delle Cappuccine ore 16

Arch. Vilio Folicaldi

Incontro/proiezione:  Un Viaggio tra Paura e Speranza.

Il viaggio in mare dei primi uomini“ . Dal mito di Prometeo, dalla lotta di Giacobbe con l’Angelo, alla rassegnazione di Cristo, alle genti migranti di oggi.

In collaborazione con:
Comune di Bagnacavallo
Ravenna Festival